AUGURI DI BUONE FESTE!



Caro pubblico,

quello che si sta per chiudere è un anno che lascerà il segno nel cuore e nella memoria di tutti. Un anno contraddistinto da malattia, disperazione, solitudine, distanza, tensione, crisi. Un anno che ha visto lentamente spegnersi anche le luci dei teatri e di tutti i luoghi della cultura, ancora interdetti al pubblico.

Siamo stati sempre d'accordo nel ritenere indispensabile la salvaguardia della salute dei cittadini, ma gli spazi teatrali non hanno mai rappresentato un reale pericolo di contagio, se non quello benefico delle idee, delle emozioni, dei pensieri, della coscienza civile. Non lo diciamo solo noi del Teatro di Ragazzola. Lo dicono le statistiche, i numeri. Ciononostante siamo ancora così, chiusi, in sospeso, aspettando il nostro Godot, il momento in cui finalmente potremo riaprire l'attività, riavviare le stagioni teatrali, e consentire a tutti i lavoratori dello spettacolo di rimettersi "in gioco", un gioco serio. 

Quale augurio possiamo dunque fare oggi a chi ci ha sempre sostenuto e frequentato con affetto e partecipazione, senza mai arrendersi?

Sicuramente tanta salute e serenità, e poi, consentitecelo, anche questo: che a gennaio ci si possa rivedere in sala, a teatro, con tutti quegli appuntamenti imperdibili che ora stiamo tenendo in caldo per voi, pronti per essere applauditi. 

Che presto sia possibile spalancare le porte e riaccendersi di una luce nuova.

Intanto, condividiamo con voi la foto di un luminoso Albero dei Bauli, il simbolo di un Natale purtroppo senza spettacolo dal vivo che è stato acceso in questi giorni in tante città italiane.  

Buone Feste, care amiche e cari amici del Teatro di Ragazzola, presto insieme a voi anche il mondo del teatro tornerà a festeggiare e ad illuminarsi nuovamente.